Esperienza mondiale a Carpineti per Luca Colorio

È l’evento più atteso dell’anno per tutti gli appassionati di fuoristrada. L’evento da non perdere, quello da vivere a 360 gradi, quello da assaporare in ogni sua sfaccettatura. Stiamo parlando della tappa italiana del Mondiale Enduro, la massima espressione dell’offroad targato internazionale, che raccoglie a sé i migliori atleti al mondo della specialità.

Ad organizzare il GP D’Italia 2022 il motoclub Crostolo che ha saputo non solo creare una gara bella, ben strutturata e facile da seguire per il pubblico, ma è stato capace di coinvolgere tutto il territorio di Carpineti, sede della manifestazione, e dintorni, che per mesi ha lavorato al massimo per accogliere piloti, team, accompagnatori e pubblico provenienti da tutto il mondo.

Voto 10 dunque a questo grande evento che, a livello tecnico, prevedeva ben 4 prove speciali, ripetute per tre volte sia sabato che domenica. Una delle prove svolta nel weekend è stato il Super Test, palcoscenico venerdì sera del prologo, sfida che vedeva due piloti affrontare la speciale in parallelo.

Per Luca quella di Carpineti è stata la prima esperienza mondiale e l’emozione non si è di certo fatta attendere. Nel prologo del venerdì  ha ottenuto un ottimo settimo posto ma la gara vera era il sabato e la domenica. Come ce lo aspettavamo, sia il trasferimento che le speciali erano davvero impegnative, ma hanno arricchito sicuramente il bagaglio d’esperienza del nostro giovane pilota.

Sabato Luca ha subìto sicuramente la pressione e l’agitazione per questo importante evento. La sua gara si è chiusa con un 13mo posto nonostante i buoni tempi che faceva registrare nel Cross Test, tracciato sul pendio di una collina con vari sali e scendi davvero spettacolari. Più insidiosa la prova in Linea, disegnata all’interno di un bosco con diverse rocce; in questa prova  non è mai riuscito a trovare il giusto feeling, in entrambe le giornate. Molto tecnica ed impegnativa la prova estrema, situata tra bosco, rocce e pietre. Una prova questa che Luca conosceva bene poiché nel 2020 fu teatro della prima tappa degli Assoluti d’Italia di Enduro che segnò il debutto del nostro pilota nel massimo campionato nazionale.

Domenica la gara è andata meglio, con un ottimo dodicesimo posto finale. Anche nel day2 non è però riuscito a trovare il giusto ritmo all’interno dell’Enduro Test e questo lo ha penalizzato. 

Un debutto mondiale comunque di tutto rispetto per Luca, che riesce a portare a termine questo weekend nonostante il grande caldo, la polvere e le prove impegnative.

Prossimo impegno per l’atleta Talento Azzurro FMI è per questo fine settimana, 3 luglio, a Fabriano – AN – dove si svolgerà la terza tappa del campionato italiano Under23/Senior.

Monica Mori – Ufficio Stampa

marketing@maximpubblicita.com
www.italianoenduro.com – www.maximpubblicita.com