BRAD FREEMAN VINCE NEL DAY ONE LA CLASSE E3

Il Campionato del Mondo FIM EnduroGP targato 2022 prosegue la sua corsa e, a soli sette giorni dall’apertura della stagione in Spagna, i nostri piloti hanno affrontato nel weekend appena trascorso, il secondo GP stagionale in terra portoghese, a Peso da Régua, piccolo paese a pochi chilometri da Porto.

Un weekend caratterizzato da temperature elevate, alternate a forti rovesci di pioggia, che ha visto i piloti misurarsi con una gara molto tecnica e veloce, su un’alternanza di terreni che ha spaziato da quelli secchi e friabili ad altri più sassosi e particolarmente insidiosi.

Per l’occasione, il Motoclub Natureza Extreme ha disegnato un percorso di oltre 65 chilometri, che ha preso il via nella serata del venerdì sera con il Super Test, a cui sono seguite due giornate di gare entrambe articolate su quattro prove: un Enduro Test lungo circa 6,5 km, un Cross Test della lunghezza di 5,5 km, seguito da un’Extrema naturale all’interno di una collina rocciosa, e un Super Test duro e polveroso a pochi chilometri dal paddock.

Un fine settimana sfortunato per i piloti del team Beta Factory Enduro che, a Peso da Régua, è arrivato senza Steve Holcombe che ha preferito non prendere il via alla gara portoghese per velocizzare il recupero alla spalla sinistra e polso destro infortunati al GP precedente in Spagna. A questo è andata a sommarsi una brutta caduta per Brad Freeman che, impegnato nella lotta per le prime posizioni durante la prima giornata di gara, ha sbattuto malamente a terra riportando un forte trauma alla mano sinistra.

Il numero #12 inglese del Team Beta Factory Enduro, ancora in fase di recupero dopo l’operazione alla spalla, ha iniziato il weekend del GP del Portogallo registrando dei buoni tempi nelle prime prove speciali e lottando per le prime posizioni della Enduro GP. Giunto alla prova speciale enduro test, per iniziare l’ultimo giro, Brad Freeman ha cercato di spingere al massimo per ottenere un ottimo tempo e recuperare terreno dagli inseguitori, incappando però nella caduta che gli ha poi compromesso la gara.

Al termine della giornata di gara Brad Freeman è riuscito a conquistare il gradino più alto del podio nella classe E3, ma si è dovuto accontentare di un quinto posto nella Enduro GP.

Nella giornata seguente, Brad Freeman ha provato a prendere il via al Day 2 ma il dolore era troppo forte. Il pilota inglese ha cercato quindi di limitare i danni, portando a casa la gara e concludendo in settima posizione nella classe E3 che gli ha permesso di racimolare qualche punto prezioso.

Il Mondiale FIM Enduro si prende adesso una lunga pausa per poi trasferirsi a Carpineti il 24, 25 e 26 giugno per disputare il GP d’Italia, terzo round della stagione 2022.

BRAD FREEMAN
Purtroppo questo è stato un weekend da dimenticare e ora spero di riuscire a recuperare per il GP d’Italia che si svolgerà a fine giugno a Carpineti. Quando rientrerò in Italia andrò a fare delle visite per vedere se sono stati lesionati i legamenti della mano sinistra.

Meritano di essere menzionati inoltre risultati di Espinasse Theo (Oxmoto), che ha terminato quinto Assoluto e terzo della Cat. E1, tenendo alti i colori Betamotor. Sempre per il Team Oxmoto si segnala l’ottima prestazione di Luc Fargier, in seconda posizione dell’Assoluta Junior e primo della Cat. Junior2, in entrambe le giornate. Nella Junior inoltre, Max Ahlin (Team Entrophy) si è classificato in quarta posizione Assoluta e 2° nella Junior2. Leo Joyon, Team Atomic, si piazza invece 5° nella Cat. Youth.