Graham Jarvis

GRAHAM JARVIS VINCE L’ERZBERG 2016

 

Il pilota Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing domina la leggendaria corsa conquistando l’edizione 2016. Quarto il suo compagno di team Mario Roman.

Graham Jarvis ha ottenuto la vittoria nella edizione numero 22 dell’ErzbergRodeo. Partito in prima fila, Jarvis era ben piazzato nelle prime, sezioni della gara, le più veloci. L’espertissimo pilota inglese, già vincitore in passato, ha quindi metodicamente risalito posizioni fino a passare in testa dopo 30 minuti dall’inizio della competizione.

Una volta al comando e con le famigerate sezioni tecniche della gara davanti a lui, l’inglese non ha mai smesso di accumulare vantaggio, arrivando a completare la salita in due ore e 19 minuti. Jarvis ha così terminato il percorso con oltre 33 minuti di margine sul secondo, Cody Webb, a ulteriori tre minuti dal terzo arrivato Alfredo Gomez.

Nel complesso è stata una gara quasi perfetta per il quarantunenne pilota inglese. Capace di eccellere quando le condizioni di gara sono proibitive, Jarvis si è prodotto in una prestazione di livello mondiale sul Gigante di Ferro. Fluido, preciso e inarrestabile, ha preso il comando della corsa in un passaggio cruciale, in una delle sezioni nella foresta, per poi non voltarsi più indietro. Tagliando il traguardo con un enorme margine di 33 minuti sul suo primo inseguitore, Jarvis ha ricordato a tutti che resta uno dei migliori piloti di Extreme Enduro al mondo.

Dimostrando una notevole abilità di guida, Mario Roman si è assicurato un lusinghiero quarto posto complessivo nel Red Bull Hare Scramble. Concentrandosi sull’evitare passi falsi, Roman si è sempre mantenuto nelle prime posizioni per tutti i 35 km di gara. Avvicinandosi a Wade Young e Taddy Blazusiak nelle sezioni finali, ha messo nel mirino un risultato nel top 4. E impegnandosi al massimo nella scalata finale del Lazy Noon, Roman si è messo i due alle spalle ottenendo l’ambita posizione proprio negli ultimi istanti di gara.

Il campione mondiale SuperEnduro Colton Haaker ha partecipato quest’anno per la prima volta all’ErzbergRodeo. Arrivato al weekend di gara al top della forma, Haaker ha messo a segno un’ottima 11.a posizione complessiva nel prologo, assicurandosi un posto nella prima fila all’Hare Scramble della domenica. Partito forte, è poi caduto su una delle prime salite, perdendo numerose posizioni. Spingendo un po’ troppo decisamente per recuperare, Haaker è incappato in numerose altre cadute che gli hanno impedito di completare la distanza di gara nelle 4 ore previste dal regolamento.

 

Graham Jarvis: “È fantastico. L’Erzberg è una delle corse che speravo di vincere quest’anno, e ce l’ho fatta. È stata una gara straordinaria: sono partito bene e sono riuscito a farmi largo tra gli altri. In una delle prime sezioni fra gli alberi ho trovato una linea favorevole e sono riuscito a completare una salita molto tecnica davanti a tutti. A quel punto ho solo cercato di rilassarmi e di fare quello che so fare nelle sezioni più tecniche. È andato tutto bene, ma sapevo di dover rimanere concentrato. Questo è stato davvero un risultato di squadra.”

 

Mario Roman: “È stata una gara veramente dura, a tratti brutale, ma sono molto contento della mia quarta posizione. Sono soddisfatto di come ho guidato, in generale ho fatto bene. Nelle ultime sezioni me la sono giocata per il quarto posto Wade Young, Taddy Blazusiak: io ho semplicemente trovato quel guizzo in più, sono arrivato in cima al Lazy Noon davanti a loro e ho conquistato la posizione.”

 

Colton Haaker: “Sono partito bene, ma poi in una delle prime salite sono caduto. Questo mi ha ricacciato indietro di un sacco di posizioni, e da lì in avanti la faccenda si è ripetuta costantemente. Questa gara è stata decisamente istruttiva per me. È qualcosa che non avevo mai provato prima, specialmente le sezioni nel bosco. Erano così scivolose e nodose, non abbiamo niente del genere in California. Ma l’esperienza mi è piaciuta: avrei voluto completarla, ma è andata così.”

 

Risultati – Red Bull Hare Scramble 2016

1. Graham Jarvis (Husqvarna) 02:18:47
2. Cody Webb (KTM) +33:07
3. Alfredo Gomez (KTM) +36:02
4. Mario Roman (Husqvarna) +58:19
5. Billy Bolt (KTM) +01:08:46
6. Wade Young (Sherco) +01:12:28
7. Paul Bolton (KTM) +01:19:35
8. Taddy Blazusiak (KTM) +01:23:08
9. Philipp Scholz (KTM) +01:37:24

 

Ufficio stampa husqvarna motorcycles media office