Campionato Italiano Enduro

REGOLAMENTO ENDURO 2016: LE PRINCIPALI NOVITA’

REGOLAMENTO ENDURO

 

PARTE PRIMA

– Norme Generali –

Art. 2.2 – TITOLO DI MERITO ELITE
1°. La Licenza ELITE per l’anno 2016, indipendentemente dalla fascia di età, verrà rilasciata ai conduttori che alla fine della stagione 2015 saranno in possesso di un Ranking compreso tra 0 e 35,00

Art. 2.3 – PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI INTERNAZIONALI
1°. La partecipazione a gare internazionali titolate, è consentita unicamente a piloti che rientrino nei seguenti limiti di Ranking Aggiornato:
a) Campionato Mondiale Enduro                     Max     100,00
b) Youth Cup Enduro                                          Max     130,00
c) Sei Giorni Internazionale Enduro             Max     200,00
d) Campionato Europeo Enduro                       Max     300,00
2°. Wild card potranno essere autorizzate dal Comitato Enduro e/o Settore Tecnico per piloti rientranti in progetti federali o di particolare interesse nazionale

Art. 2.4.1 – NUMERO FISSO
1°. Hanno diritto al numero fisso NAZIONALE, per tutta la stagione a qualsiasi gara di enduro i conduttori che risultano iscritti all’intero campionato agli Assoluti D’Italia
2°. Tutti i conduttori di cui sopra dovranno richiedere il numero fisso al Comitato Enduro
3°. L’assegnazione dei numeri ai piloti che rispettino il comma 1°, terrà conto delle seguenti priorità:
a) piloti che abbiano conseguito punti nel campionato mondiale dell’anno precedente
b) pilota con numero fisso dell’anno precedente ha  prelazione sul proprio numero
4°. I numeri fissi dovranno essere compresi tra 1 e 99. Un numero già assegnato non potrà essere assegnato a nessun altro conduttore.
5°. In nessuna gara di enduro, nazionale e territoriale, potranno essere assegnati numeri inferiori a 100, che saranno sempre riservati ai conduttori con numero fisso NAZIONALE.

Art. 6 – RESPONSABILITA’ MOTO CLUB ORGANIZZATORE
1° In difformità a quanto previsto dal Regolamento Manifestazioni Motociclistiche in merito a funzioni e doveri del Direttore di Gara, il Moto Club organizzatore di manifestazioni enduro è il diretto responsabile delle seguenti mansioni:
a) ottenere tutte le autorizzazioni necessarie ed attenersi scrupolosamente alle relative disposizioni, in particolare prendere visione di eventuali prescrizioni da parte delle Autorità;
b) informare le forze garanti dell’ordine pubblico, in forma scritta, dello svolgimento della manifestazione.

Art. 7 – MOTOCICLI
1°. Le caratteristiche del motociclo partecipante ad una competizione devono corrispondere a quelle previste, dal presente regolamento e al Regolamento Tecnico.
2°. E’ obbligatorio un cavalletto o stampella fissata in modo permanente al motociclo, che sia in grado di sostenerlo.
3°. Il motociclo deve essere obbligatoriamente munito di targa originale, o come da successivo comma 5°, fissata in modo permanente per tutta la manifestazione. La violazione comporta, penalità di 10 secondi (max 1 per ogni giornata di gara). La stessa penalità verrà applicata per lo smarrimento della riproduzione della targa di cui ai successivi commi 5° e 6°. Su richiesta del pilota, entro 10 minuti dal suo orario di arrivo, la penalità in tempo sarà trasformata in una ammenda di € 30
4°. Non è ammessa la partecipazione di motocicli con targa di prova.
5°. E’ autorizzata la partecipazione di motocicli che non siano provvisti di targa originale solamente dopo che sia stata presentata una valida denuncia di smarrimento in originale e che sia stato montato sul motociclo una riproduzione della targa con dimensioni pari a quella autentica, in materiale resistente (no carta, no cartone)
6°. Nelle gare di due giorni in caso di smarrimento della targa originale durante la prima giornata, per prendere il via la seconda giornata, sarà necessario montare una riproduzione della targa con le caratteristiche di cui al comma precedente.
7°. Il numero di telaio deve essere stampigliato direttamente sul telaio. In caso di dubbi verranno chieste al costruttore specifiche tecniche sulla stampa del numero. Il pilota che  non risulterà in regola, sarà escluso dall’ordine di arrivo.
8°. I motocicli sono divisi nelle seguenti classi:
CLASSE CILINDRATA – TEMPI SIGLA
E1 2 tempi da oltre 50 2t fino a 125 2t E12
E1 4 tempi Fino a 250 4t E14
E1 Da oltre 50 2t fino a 125 2t – fino a 250 4t E1
E2 Da oltre 125 2t fino a 250 2t – da oltre 250 4t fino a  450 4t E2
E3 Da oltre 250 2t – da oltre 450 4t E3
50 Fino 50 2t Z

Art. 7.1. – VERIFICHE AMMINISTRATIVE
1°. Le verifiche amministrative si devono avvalere dell’elenco iscritti così come stampato dal programma Enduro OP (allegato 1) che ricevendo dati dall’archivio licenze federale, non necessita alcuna verifica su n° di licenza, anno di nascita, moto club, Ranking, data di scadenza visita medica.
2°. E’ ammesso utilizzare il programma Enduro OP al posto dell’elenco cartaceo, con l’obbligo di stampare al termine delle verifiche l’elenco dei verificati
3°. I  C.d.G. F.M.I. preposti verificano unicamente:
a) la presenza del pilota nell’elenco degli iscritti,
b) che la cilindrata dichiarata corrisponda al libretto di circolazione;
4°. Si accertano che:
a) il pilota sia in possesso di licenza FMI valida
b) i piloti indicati con una X nell’apposita colonna dell’elenco iscritti, siano in possesso del modulo di rinnovo della visita medica, firmato dal presidente del Moto Club
5°. In caso di mancanza, irregolarità e/o incongruenze di cui ai commi precedenti del presente Art., il conduttore non sarà ammesso alla manifestazione.
6°. Ogni conduttore firmerà la Scheda Personale Pilota / Modulo d’Iscrizione fornita dal Moto Club organizzatore così come stampata dal programma Enduro OP (allegato 2). Tale scheda, dovrà essere completata e firmata dal pilota e conservata dal moto club organizzatore

Art. 7.2 – VERIFICHE TECNICHE
1°. I C.d.G. F.M.I. preposti verificano:
a) che motocicli siano conformi al presente regolamento ed al Regolamento Tecnico;
b) che il numero di telaio corrisponda al libretto di circolazione e a quello dichiarato dal conduttore;
c) che la targa originale corrisponda al libretto di circolazione e a quella dichiarata dal conduttore;
2°. Durante le O.P. sono punzonate alcune parti del motociclo in modo da poterne garantire l’identificazione. Punzonatura del telaio è considerato il numero di telaio stesso.
3°. Le parti punzonate devono essere utilizzate per tutta la durata della gara.
4°. I motocicli devono essere presentati alle O.P. privi di precedenti punzonature.
5°. Le sole verifiche tecniche posso essere effettuate da un incaricato del conduttore.
6°. E’ compito e responsabilità del conduttore controllare l’avvenuta punzonatura di tutte le parti previste.
7°. Gli organizzatori dovranno fornire il personale e la vernice idonea necessaria per le punzonature.
8°. Il numero minimo dei commissari designati è proporzionale al numero degli iscritti:
a) Fino a 100 iscritti 1 commissario (totale fra delegato e tecnico)
b) Da 100 a 200 iscritti 2 commissari (totale fra delegato e tecnico)
c) Oltre 200 iscritti 3 commissari (totale fra delegato e tecnico)

Art. 7.2.1 – PROVA FONOMETRICA
1°. Quando prevista, potranno essere sottoposti alla prova i motocicli di tutti i conduttori.
2°. Il limite fonometrico è di 112 dB/A misurati secondo il sistema 2 mt max. Il limite fonometrico per motocicli di 50 cc è di 109 dB/A secondo il sistema 2 mt max

Art. 7.3 – CONTROLLO DEI MOTOCICLI DURANTE LA GARA
1°. I C.d.G., il D.d.G. e gli Ufficiali Esecutivi, in qualsiasi momento della gara, possono controllare una o più parti punzonate dei motocicli. In mancanza di una o più punzonature, o in caso di qualsiasi dubbio, il C.d.G., o il D.d.G. o un Ufficiale Esecutivo eseguiranno una nuova punzonatura con vernice diversa e al controllo finale di giornata, il motociclo sarà sottoposto ad una nuova verifica.
2°. In mancanza di una o più punzonature, (Art. 13), il conduttore verrà escluso dall’ordine di arrivo.
3°. Sono consentiti controlli fonometrici, come da Art. 7.2.1, senza preavviso in qualsiasi parte del percorso, anche tra il C.O. d’arrivo ed il Parco Chiuso. Il conduttore che superi il limite previsto aumentato della tolleranza di cui sopra, alla prima volta sarà penalizzato di 60 secondi, alla seconda volta sarà escluso dalla classifica giornata.
4°. Al conduttore cui viene effettuato il controllo fonometrico vengono assegnati due minuti di tolleranza da utilizzare a discrezione del conduttore nel C.O. successivo al controllo fonometrico
5°. Lo scambio di motocicli tra conduttori è vietato.
6°. La veridicità dei dati dichiarati dal pilota nella Scheda Personale Pilota, può essere controllata al termine o durante la gara dai C.d.G. In caso in cui di dati non corrispondano, il pilota sarà escluso dall’ordine di arrivo e deferito agli organi di giustizia sportiva.

Art. 9.3 – TABELLA DI MARCIA E DI PASSAGGIO
1°. La tabella di marcia può indicare l’orario di partenza e il tempo di percorrenza di ogni settore del percorso.
2°. I conduttori devono consegnare la tabella di marcia a tutti i C.O. e quella di passaggio ai C.P. per le opportune registrazioni; le stesse devono essere riconsegnate all’ultimo C.O. di ogni giornata di gara. Possono essere previste gare di Campionato Italiano, che non prevedono l’utilizzo della Tabella di Marcia.
3°. Ogni conduttore che perda accidentalmente la propria tabella di marcia e/o tabella di passaggio ne riceverà una nuova al successivo C.O. o C.P.; la stessa diventa la nuova tabella da utilizzare da quel controllo e per i controlli successivi.
4°. Ogni alterazione della tabella di marcia o di passaggio è punita con l’esclusione
5°. L’utilizzo di una tabella di marcia o di passaggio di un altro conduttore è punito con l’esclusione

Art. 11.3 – CALCOLO DELLE PENALITA’ AI C.O.
1°. Ogni tratto di percorso tra due controlli, costituisce un settore a se stante.
2°. Il conduttore che non rispetti i tempi imposti tra due controlli orari sarà penalizzato di 60 secondi per ogni minuto o frazione, di differenza con il suo tempo teorico di settore.
3°. Il tempo trascritto in tabella del C.O. = tempo di partenza per il settore successivo.
4°. Il conduttore che transiti ad un C.O. con più di 5 minuti di anticipo sul suo tempo teorico di passaggio viene escluso dalla manifestazione.

Art. 14 – ORDINE DI PARTENZA
1°. L’ordine di partenza è predisposto dal M.C. organizzatore in base al Ranking Aggiornato, dal più basso al più alto, con la possibilità, se prevista dai regolamenti vigenti, di invertire l’ordine di partenza dei primi piloti (max 15) I piloti Elite partiranno sempre in ordine di Ranking, la categoria Ospiti si potrà far partire in coda, in ordine di Ranking, dei vari gruppi e classi è predisposto dal M.C. organizzatore in base a quanto previsto dai regolamenti vigenti.
2°. In nessuna gara di Enduro possono partire più di tre conduttori ogni minuto.
3°. L’ordine di partenza di qualsiasi gara di enduro deve obbligatoriamente riportare l’anno di nascita e il Ranking Aggiornato dei conduttori.

Art. 17 – AUTORIZZAZIONE A RIPARTIRE NEI GIORNI SUCCESSIVI
1°. Nelle gare di più giorni, un conduttore ritirato in una giornata di gara, può ripartire nelle successive purché si presenti alle operazioni di verifica nel tempo compreso tra il suo orario teorico d’arrivo ed i 60 minuti successivi
2°. Il motociclo potrà essere lo stesso punzonato nelle precedenti O.P. oppure uno diverso appartenente alla medesima classe. In ogni caso dovrà essere sottoposto ad una nuova punzonatura.
3°. Un conduttore escluso da una giornata di gara, deve procedere alle verifiche come sopra ed attendere conferma dalla Giuria e, ove non prevista, dal Direttore di Gara.
4°. Le manifestazioni con più gare nello stesso giorno, sono comparate a manifestazioni di più giorni.

Art. 18.3 – ATTIVITA’ TERRITORIALE
1°. L’attività regionale dovrà obbligatoriamente rispettare tutti gli art dall’1 al 18. e dal 501 al 519
2°. Nell’attività territoriale tutte le punzonature sono sostituite dalla verifica del numero di telaio prevista dall’art.7.2. che funge da punzonatura
Art. 18.3.2 – CATEGORIE TERRITORIALI
1°. Per tutte le gare territoriali, le categorie sono fissate, indipendentemente dal tipo di licenza in possesso del pilota (Miniyoung, Fuoristrada Under 21, Fuoristrada Over 21, Amatoriale), come di seguito

Categoria Anni di nascita Ranking Iniziale Sigla Categoria
Min Max
Top Class 2000 e prec 35,01 70 – 150                        a discrezione dei Co.Re TC
Codice 2002 – 2000 35,01 S.R. COD
Cadetti 2000 – 98 70 – 150                        a discrezione dei Co.Re 300 – 400                        a discrezione dei Co.Re CAD
Junior 97 – 93 70 – 150                        a discrezione dei Co.Re 300 – 400                        a discrezione dei Co.Re JUN
Senior 92 – 82 70 – 150                        a discrezione dei Co.Re 300 – 400                        a discrezione dei Co.Re SEN
Major 81 – 68 70 – 150                        a discrezione dei Co.Re 300 – 400                        a discrezione dei Co.Re MAJ
Veteran 67 e prec 70 – 150                        a discrezione dei Co.Re 300 – 400                        a discrezione dei Co.Re VET
Territoriali 2000 e prec 300 – 400                        a discrezione dei Co.Re S.R. TER
Ultra Territoriali 2000 e prec 300 – 400                        a discrezione dei Co.Re S.R. UT

2° I limiti di Ranking Iniziale (stampato sulla licenza) che sono lasciati alla discrezionalità dei singoli Co.Re., devono rispettare i seguenti principi:
a) le Categorie Cadetti – Junior – Senior – Major – Veteran, devono avere identici limiti di ranking iniziale;
b) il limite max della Categoria Top Class, aumentato di 0,01 sarà il limite Minimo delle Catagorie Cadetti – Junior – Senior – Major – Veteran;
c) il limite max delle Categorie Cadetti – Junior – Senior – Major – Veteran, aumentato di 0,01 sarà il limite Minimo delle Catagorie Territoriali e Ultra Territoriali;
d) la categoria Ultra Territoriali è riservata a quei piloti della categoria Territoriali che, in sede di iscrizione, optano per la possibilità di effettuare un giro in meno
3° I piloti con licenza Elite sono ammessi alla partecipazione rientrando unicamente nella classifica assoluta
4° I piloti di fuori regione per cui la gara non è valida ai fini del campionato confluiranno tutti nella categoria OSPITI e rientreranno nella classifica assoluta valida ai fini del Ranking

Art. 18.3.3 – CLASSI TERRITORIALI
1° Per tutte le gare territoriali le Classi sono fissate come di seguito:

Categoria Classe Sigla

Top Class UNICA TCU
Codice Z ZU
Cadetti UNICA CU
Junior E1 + E2 + E3 oppure UNICA           a discrezione dei Co.Re. J1 + J2 + J3 oppure JU
Senior E1 + E2 + E3 oppure UNICA           a discrezione dei Co.Re. S1 + S2 + S3 oppure SU
Major E1 + E2 + E3 oppure UNICA           a discrezione dei Co.Re. M1 + M2 + M3 oppure MU
Veteran Veteran (67-65) + Supeveteran (64—61)+ UltraVeteran (60 e prec) oppure UNICA           a discrezione dei Co.Re. V + SV + UV oppure VU
Territoriali E1 + E2 + E3 oppure UNICA           a discrezione dei Co.Re. T1 + T2 + T3 oppure TU
Ultra Territoriali UNICA (1 giro meno) UTU

2° Le categorie Top Class, Cadetti e Ultra Territoriali sono ognuna a classe Unica
3° Le categorie Junior, Senior, Major, Veteran, Territoriali, a discrezione dei singoli Co.Re. possono essere suddivise in tre classi (E1-E2-E3) o considerate a classe Unica. La scelta non necessariamente deve essere la medesima per tutte le categorie
4° Alla sigla della classe, sui documenti di gara, dovranno obbligatoriamente essere aggiunte le due lettere iniziali della regione di appartenenza (Piemonte = PI).  La Calabria avrà sigla CL.
5° La categoria Ospiti in cui confluiranno tutti i piloti di fuori regione per cui la gara non è valida ai fini del campionato, gareggeranno in classe Unica con sigla OU, senza la desinenza della regione di appartenenza

 

REGOLAMENTO ENDURO
PARTE SECONDA
– Campionati Italiani –

Art. 19. – MODALITA’ D’ISCRIZIONE
1°. Le iscrizioni debbono pervenire al promoter 15 gg prima dell’inizio delle O.P. utilizzando l’apposito modulo ON LINE compilato in modo corretto e completo, accompagnato della relativa tassa d’iscrizione. Le iscrizioni senza tassa d’iscrizione, o con tassa d’iscrizione inviata dopo i termini, potranno non essere accettate.
2°. Le tasse d’iscrizione esposte nel presente regolamento sono già scontate del 50% ed applicate solamente a conduttori in possesso di motocicli con marchio associato al promoter. Ai conduttori di motocicli con marchio non associato, verrà applicata la tassa intera, così come ai team (squadre B) non associati al promoter.
3°. Ulteriori modifiche all’iscrizione (cambi classe ecc.) debbono essere comunicati al promoter entro 7 (sette) giorni dalla data della manifestazione. Oltre questo termine potranno essere accettate dietro pagamento di una maggiorazione di € 50,00.
4°. Le iscrizioni, sia agli interi campionati che alle singole gare, devono essere inviate unicamente ON LINE
5°. Le iscrizioni agli interi campionati, devono pervenire entro 30 giorni dall’inizio di ogni Campionato.
6°. Un conduttore iscritto a tutto il campionato può cedere la propria iscrizione ad un altro conduttore. La cessione dell’iscrizione sarà definitiva e non più cedibile a nessun conduttore
7°. Alle gare di due giorni sarà possibile iscriversi anche solamente alla seconda giornata

1°. Conduttori stranieri: ammessi quelli in possesso di una delle seguenti licenze
a) licenza ELITE
b) licenza nazionale di un paese aderente alla UEM con nulla osta della federazione che la ha rilasciata
c) licenza internazionale con nulla osta della federazione che la ha rilasciata
d) L’ordine di partenza, per i piloti non in possesso di Ranking, sarà assegnato dal comitato enduro.
2°. Gara tipo:
a) giro della durata di 90 minuti circa
b) 3 C.O.
c) 4 giri / 3 giri seconda giornata (dove prevista)
d) 1 prova cross – partenza e arrivo vicini (una sola postazione crono)
e) 1 prova enduro – partenza e arrivo vicini (una sola postazione crono)
f) 1 prova estrema – partenza e arrivo vicini (una sola postazione crono)
g) partenza ore 8.30 – parco chiuso limitrofo al Paddock
h) apertura paddock e prove speciali tracciate e visionabili 48 ore prima della partenza
i) briefing ore 17.30 al Paddock
j) premiazione entro 30 minuti dall’arrivo dell’ultimo pilota, direttamente al Paddock
3°. Ordine di Partenza: verrà stabilito, in ordine crescente di Ranking Aggiornato con i migliori 15 invertiti
4°. Tasse d’iscrizione già scontate del 50%  (vedi Art. 19 comma 2°)
a) INVIATA AD INIZIO STAGIONE PER TUTTO IL CAMPIONATO
• Euro 75 per ogni giornata di gara
• Euro 75 per ogni manifestazione Squadre A – B
b) INVIATA AD OGNI SINGOLA GARA
• Euro 100 per ogni giornata di gara
• Euro 100 per ogni manifestazione Squadre A – B
5°. Montepremi totale € 10.000 così suddiviso:
a) Classi E1 – E2 – E3 – Junior – Youth
• 1° classificato  € 2.000

Art. 19.2 – COPPA ITALIA
1°. Tasse d’iscrizione: già scontate del 50% (vedi Art. 19 comma 2°)
a) INVIATA AD INIZIO STAGIONE PER TUTTO IL CAMPIONATO
• Euro 65 per ogni giornata di gara
b) INVIATA AD OGNI SINGOLA GARA
• Euro 90 per ogni giornata di gara

Art. 19.3 – CAMPIONATO ITALIANO UNDER 23
1°. Gara tipo:
a) giro della durata di 120 minuti circa
b) 3 C.O.
c) 3 giri
d) 1 prova cross – partenza e arrivo vicini (una sola postazione crono)
e) 1 prova enduro – partenza e arrivo vicini (una sola postazione crono)
f) partenza ore 8.30 – parco chiuso in zona limitrofa al Paddock
g) briefing ore 17.30 al Paddock
h) apertura paddock e prove speciali tracciate e visionabili 48 ore prima della partenza
i) Il parco chiuso sarà regolato dall’Art. 8.1 comma 4° lettera d) (dall’ inizio delle O.P. al termine delle partenze)
j) premiazione entro 30 minuti dall’arrivo dell’ultimo pilota, direttamente al Paddock

7°. Ordine di Partenza: verrà stabilito, in ordine crescente di Ranking Aggiornato con i migliori 15 invertiti, compresi Senior

3°. Tasse d’iscrizione già scontate del 50% (vedi Art. 19 comma 2°)
a) INVIATA AD INIZIO STAGIONE PER TUTTO IL CAMPIONATO
• Euro 65 per ogni giornata di gara
• Euro 65 per ogni manifestazione Squadre A – B
b) INVIATA AD OGNI SINGOLA GARA
• Euro 90 per ogni giornata di gara
• Euro 90 per ogni gara Squadre A – B
4°. Montepremi totale € 8.500 così suddivisi:
a) Classi 50 – E1 2t Cadetti
• 1° classificato  € 2.000
b) Squadre A
• 1° classificata  € 2.000
• 2° classificata  € 1.500
• 3° classificata  € 1.000

Art. 19.4 – CAMPIONATO ITALIANO SENIOR
a) INVIATA AD INIZIO STAGIONE PER TUTTO IL CAMPIONATO
• Euro 65 per ogni giornata di gara
• Euro 65 per ogni manifestazione Squadre A – B
b) INVIATA AD OGNI SINGOLA GARA
• Euro 90 per ogni giornata di gara
• Euro 90 per ogni gara Squadre A – B

Art. 19.5 – CAMPIONATO ITALIANO MAJOR
1°. Gara tipo:
k) giro della durata di 100 minuti circa
l) 2 C.O.
m) 3 giri
n) 1 prova cross – partenza e arrivo vicini (una sola postazione crono)
o) 1 prova enduro – partenza e arrivo vicini (una sola postazione crono)
p) partenza ore 8.30 – parco chiuso in zona limitrofa al paddock
q) briefing ore 17.30 al paddock
r) apertura paddock e prove speciali tracciate e visionabili 48 ore prima della partenza
s) Il parco chiuso sarà regolato dall’Art. 8.1 comma 4° lettera d) (dall’ inizio delle O.P. al termine delle partenze)
t) premiazione entro 30 minuti dall’arrivo dell’ultimo pilota, direttamente al Paddock

8°. Ordine di Partenza: verrà stabilito, in ordine crescente di Ranking Aggiornato con i migliori 15 invertiti.
10°. Contributo: € 4.200 per ogni manifestazione di 1 giornata. Per eventuali manifestazioni di 2 giornate non è previsto nessun contributo. Il contributo previsto per ogni manifestazione verrà decurtato di € 500 in caso di assenza del moto club organizzatore e/o del Direttore di Gara dalla riunione convocata ad inizio anno tra organizzatori, promoter e comitato enduro
11°. Tasse d’iscrizione già scontate del 50%  (vedi Art. 19 comma 2°)
a) INVIATA AD INIZIO STAGIONE PER TUTTO IL CAMPIONATO
• Euro 65 per ogni giornata di gara
• Euro 65 per ogni manifestazione Squadre A – B
b) INVIATA AD OGNI SINGOLA GARA
• Euro 90 per ogni giornata di gara
• Euro 90 per ogni gara Squadre A – B

Art. 19.7 – OPERAZIONI PRELIMINARI (O.P.)
1°. Le operazioni preliminari debbono rispettare i seguenti orari:
a) verifiche amministrative dalle 13 alle 16.30
b) verifiche tecniche dalle 13,00 alle 17,00
2°. Nelle gare di due giorni i piloti che partecipano solamente alla seconda giornata dovranno effettuare le verifiche sia amministrative che tecniche, al termine della prima giornata di gara, nel tempo compreso tra l’orario teorico di arrivo del primo pilota e l’orario teorico dell’ultimo
3°. Le parti da punzonare sono:
a) TELAIO           verifica numero di telaio (art. 7.2)
b) RUOTE             vernice 2 (1 su ogni mozzo)
c) CARTER MOTORE vernice             1 lato destro

 

REGOLAMENTO ENDURO
PARTE QUARTA
– Minienduro –

Art. 107.1 – VERIFICHE AMMINISTRATIVE
1°. Le verifiche amministrative si devono avvalere dell’elenco iscritti così come stampato dal programma Enduro OP (allegato 1) che ricevendo dati dall’archivio licenze federale, non necessita alcuna verifica su n° e tipo di licenza, anno di nascita, moto club, Ranking, data di scadenza visita medica.
2°. E’ ammesso utilizzare il programma Enduro OP al posto dell’elenco cartaceo, con l’obbligo di stampare al termine delle verifiche l’elenco dei verificati
3°. I  C.d.G. F.M.I. preposti verificano unicamente:
a) la presenza del pilota nell’elenco degli iscritti,
4°. Si accertano che:
a) il pilota sia in possesso di licenza FMI valida
b) i piloti indicati con una X nell’apposita colonna dell’elenco iscritti, siano in possesso del modulo di rinnovo della visita medica, firmato dal presidente del Moto Club
4°. In caso di mancanza, irregolarità e/o incongruenze di cui ai commi precedenti del presente Art., il conduttore non sarà ammesso alla manifestazione.
5°. Ogni conduttore firmerà la Scheda Personale Pilota / Modulo d’Iscrizione fornita dal Moto Club organizzatore così come stampata dal programma Enduro OP (allegato 2). Tale scheda, dovrà essere completata (esclusi i campi targa e patente) e firmata dal pilota e conservata dal moto club organizzatore

Art. 107.2.1 – PROVA FONOMETRICA
Vedi Art. 7.2.1 ad eccezione di:
1°. Il limite fonometrico è di 109 dB/A per tutte le classi. La verifica fonometrica dovrà essere effettuata con la metodologia 2 METERMAX di cui all’Annesso Controlli Fonometrici.

Art. 107.4 – CLASSI
1°. Sono ammessi motocicli con le seguenti caratteristiche:
a) BABY                        B    Cilindrata massima 65 cc 2t – 110cc 4t con e senza marce
b) ESORDIENTI            H    Cilindrata massima 65 cc 2t – 110cc 4t
c) ASPIRANTI 50         K    Cilindrata massima 50 cc 2t – 110 cc 4t
d) ASPIRANTI 85         X    Cilindrata da 55 cc 2t a 85 cc 2t – da 111 cc 4t fino a 150 cc 4t
e) 125 MINI                A     (anni 2000 – 01 -02) Cilindrata da 100 cc a 125 cc
f) Elettriche                EL   (anni 2002 – 2008) con propulsore elettrico

REGOLAMENTO ENDURO
PARTE QUINTA
– Campionato Italiano Minienduro –

1°. Tasse d’iscrizione:
a) INVIATA AD INIZIO STAGIONE PER TUTTO IL CAMPIONATO
• Euro 65 per ogni manifestazione (comprendente 2 gare)
• Euro 65 per ogni manifestazione (comprendente 2 gare) Squadre A
b) INVIATA AD OGNI SINGOLA GARA
• Euro 90 per ogni manifestazione (comprendente 2 gare)
• Euro 90  per ogni manifestazione (comprendente 2 gare) Squadre A

Art. 119.1 – MODALITA’ DI SVOLGIMENTO
1°. Classi previste:
a) Baby                       B       anni 07- 08                   fino a 65 2T – fino a 110 4T
b) Esordienti              H       anni 04 – 05 – 06          fino a 65 2T – fino a 110 4T
c) Aspiranti 50           K      anni 02 – 03 – 04 – 05   fino a 50 2T – fino a 110 4T
d) Aspiranti 85           X      anni 02 – 03 – 04 – 05   da 55 fino a 85 2T – da 111 4t fino a 150 4T
e) 125 MINI               A      anni 2000 – 01 -02        da 100 cc a 125 cc
f) Elettriche              EL     anni 02 – 08                   con propulsore elettrico
g) Squadre A
3°. Le Classi 125 mini (A) e Elettriche (EL) non assegnano titolo ma il Trofeo Nazionale Mini,  i piloti non possono far parte delle squadre e non entrano nella classifica assoluta che assegna Ranking
5°. Ordine di Partenza: verrà stabilito, in base al Ranking Aggiornato, dal più basso al più alto, fatta salva la classe 125 che partirà per prima e la classe Baby che partirà in coda, in ordine di classifica aggiornata di campionato
a) Classe 125 Mini                                                          dal n° 101
b) Classi Aspiranti 85 – Aspiranti 50 – Esordienti        dal n° 201
c) Classe Baby                                                                 dal n° 301
d) Elettriche                                                                    dal n° 401

 
Monica Mori