Jacopo Cerutti

A Varzi l’ultimo atto del tricolore Under23/Senior

Dopo una stagione ricca di emozioni, siamo giunti all’ultimo appuntamento con il campionato Under23/Senior che decreterà i nuovi campioni italiani 2012. Chi si aggiungerà ai già titolati Pellegrinelli, Conforti, Cerutti, Sappino e HM TRS Team?

 

Sarà un finale di campionato al cardiopalma quello che andrà in scena questo fine settimana a Varzi (PV). A contendersi l’ambito titolo italiano targato duemiladodici saranno gli atleti del tricolore Under23/Senior, chiamati a darsi battaglia tra i verdi paesaggi dell’Oltrepò Pavese, su un tracciato di circa 60 km messo a punto dal Motoclub Pavia, organizzatore della prova, capitanato dal suo presidente Edoardo Zucca.
Già conosciuta agli amanti dell’Enduro, Varzi è stata protagonista nel 2010 della seconda tappa degli Assoluti d’Italia grazie al Motoclub Varzi, collaboratore nell’organizzazione di questa tappa Under23/Senior insieme al Motoclub Melegnano.
Come due anni fa, il paddock della manifestazione sarà situato di fronte a Piazza della Fiera, dove sarà invece allestito il palco partenza, che vedrà accendersi i primi motori a partire dalle ore 08.30 di domenica 14 ottobre per il via della gara. A tagliare il nastro per il via ufficiale saranno gli Elite Deny Philippaerts, Massimo Mangini e Gianluca Martini, che per primi affronteranno il percorso all’interno del quale sono predisposte due prove speciali, da affrontare per tre volte, e che decreteranno i vincitori di questa intensa stagione.
Affrontato un breve trasferimento, i 302 atleti iscritti si ritroveranno a sfidare il cronometro nella prova in linea, caratterizzata da passaggi nel sottobosco e tratti in mulattiera che impegneranno i piloti per un totale di circa 6 km. A seguire un trasferimento condurrà i nostri cavalieri dalle due ruote tassellate nel “Fosso di Monforte”, protagonista due anni fa della prova estrema degli Assoluti e riproposto oggi dai ragazzi del Motoclub Pavia in chiave più “soft”. Al termine del percorso si arriverà nei pressi del C.O., in località San Martino, prima di raggiungere il Cross Test (4500 metri su prato) e dunque il paddock per la conclusione del giro. Come da comunicazione appena giunta, vi informiamo che, a causa di una frana, è stato annullato il C.O.3, inizialmente previsto ed inserito in R.P..

 

Campionato Italiano Senior

Se per l’Under23 cinque titoli italiani su nove in palio sono già stati assegnati, così non è per il tricolore Senior che vede la sfida ancora aperta in tutte le classi. Nella E1 2T è sufficiente un settimo posto a Maurizio Lenzi (KTM) per laurearsi campione italiano, ma dovrà comunque stare ben attento ai suoi avversi, in primis a Duccio Graziani (Suzuki), attualmente secondo, seguito da Luca Gualdani (TM), terzo. Stessa situazione nella E1 4T dove troviamo Mattia Traversi (Suzuki) alla guida della classifica generale, con Luca Vecchi (HM Honda) e Simone Matteoni (Yamaha) pronti a cercare la zampata vincente in quest’ultima tappa. Più agguerrita la battaglia per il titolo della E1, dove sono solo 4 i punti che dividono Diego Nicoletti (Beta) e Alessio Polidori (TM), i quali sentono il fiato sul collo di Giuliano Falgari (HM Honda), terzo a 6 lunghezze dalla vetta. Dovrà aggiudicarsi la quarta posizione per la vittoria finale Vanni Cominotto (TM), principale pretendete della E3, seguito da Matteo Zecchin (KTM) al secondo posto e Alberto Serra (Gas Gas ProRacing), terzo ma lontano dai primi due in classifica.
Infuocata anche la sfida tra le squadra dove al primo posto troviamo il Motoclub Trial David Fornaroli con 222 punti che precede La Marca Trevigiana, seconda a 218 lunghezze. Terza posizione per l’Intimiano Natale Noseda.

 

 

Campionato Italiano Under23

Archiviate le questioni 125 Cadetti, E1 2T, E1 4T, Lady e Team, occhi puntati sulle rimanenti classi, che a Varzi decreteranno il loro vincitore 2012.
Sfida Aresi (HM) – Gardiol (Suzuki Valenti) nella 50 codice dove a dividere i due giovani piloti ci sono solamente due punti. A Jordi Gardiol basterebbe un sesto posto per assicurarsi la vittoria finale, ma non sarà sicuramente una lotta facile, nella quale cercherà di dire la sua anche il terzo classificato Ivan Coniglio (Rieju), a 10 punti dal primo.
Nella E2 Andrea Balboni (Beta) lotterà per difendere la sua leadership contro gli attacchi di Nicolò Mori (TM), al quale sono sufficienti 13 punti per assicurarsi la medaglia d’oro della stagione. Le due giovani promesse dell’Enduro nazionale non si arrenderanno tanto facilmente, regalandoci un finale di campionato al cardiopalma. Leggermente più distanziato Luca Marcotulli (HM Honda), che certamente dirà la sua a suon di colpi di manopola e gas.
Nella E3, solo la vittoria decreterà il nuovo campione italiano tra il bergamasco Nicola Piccinini (KTM) e il veneto Jonathan Zecchin (KTM) poiché i due atleti si trovano attualmente a 71 e 64 punti. Terza posizione a pari merito per Ivan Boezi e Davide Cutuli, rispettivamente su KTM e Husaberg. Tra le squadre sul gradino più alto del podio troviamo il Motoclub Intimiano Natale Noseda, seguito dal Motoclub Treviglio e dalla Scuderia Norelli BG.
Dando un’occhiata alle classi dove il vincitore è già stato decretato, interessanti sono le sfide per la conquista della piazza d’onore. Nella 125 Cadetti, andata anche per questo 2012 a Nicolas Pellegrinelli (Husaberg), un solo punto divide il ligure Davide Soreca (Yamaha Boano) da Simone Croci (Suzuki), mentre sono 4 le lunghezze che separano Andrea Di Luca (KTM) da Luca Rovelli (KTM) nella E1 2T, rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio alle spalle del fresco tricolore Guido Conforti (Yamaha).
Anche nella E1 4T un solo punto divide il secondo in campionato Tommaso Montanari (KTM) ed il terzo Davide Roggeri (Suzuki), i quali si trovano entrambi alle spalle di Jacopo Cerutti (TM), laureatosi campione italiano nella precedente tappa di Aviano e al quale sarà consegnato questo weekend il Trofeo Amerio, vinto da Cerutti con una prova di anticipo. Il Trofeo, messo in palio dal Motoclub Trial David Fornaroli, viene consegnato ogni anno al miglior pilota Under23 della stagione in ricordo dell’amico/pilota Davide Amerio e conquistato lo scorso anno da Nicolò Mori.
Infine Anna Sappino (HM Honda), Cristina Marrocco (Yamaha) e Raffaella Fiamma Cabini (HM) sono le tre Lady che compongono il podio della classifica a loro riservata, mentre tra i Team al primo posto sempre l’HM TRS Team.

 

Spumante alle mani, tricolore in cielo: tutti pronti per questo fine settimana di fuoco e fiamme per il tricolore Under23/Senior. Vietato mancare!

 

 
Monica Mori – Ufficio Stampa Axiver -e-mail: ufficiostampa@axiver.com
Axiver International S.r.l. – Piazza Vittorio Emanuele II, 18 – 31053 Pieve di Soligo (TV)