TROFEO ENDURO HUSQVARNA: A SAN MARINO IL PRIMATO DEL DIVERTIMENTO

LOCATION ATIPICA E ‘GIOCHI’ INEDITI A FARE DA CONTORNO ALLA TERZA TAPPA DELL’EDIZIONE 2019, CORSA ALL’OMBRA DEL MONTE TITANO

 

Un fine settimana nel pieno dell’estate quello di domenica 14 luglio, in cui si è corsa la terza tappa del Trofeo Enduro Husqvarna 2019, nel territorio della Repubblica di San Marino per l’organizzazione del M.C. Titano, alla prima uscita con il rinnovato direttivo. I 158 partenti si sono ritrovati all’ombra del monte Titano per un’edizione che verrà certamente ricordata come una delle più divertenti di sempre, non solo per il percorso azzeccato ma anche per il clima festoso che si è creato.

Partendo dal percorso, il giro di circa 45 km misto bosco-sterrato ha convinto tutti, a prescindere da classe e livello di esperienza. Due controlli orari e due prove speciali previsti ad ognuno dei tre giri: il bellissimo Cross Test di 4,5 km su un prato in contropendenza e l’Enduro Test di 3,6 km con una linea su terreno sassoso, che dopo una ripida salita tornava su un fondo misto terra-sottobosco nella parte finale.

Sempre su una collina del monte Titano, a due passi dal centro storico di San Marino, erano realizzati paddock e area hospitality. Ad ospitare le strutture del Trofeo è stato l’ex Tiro a Volo di San Marino e il vecchio campeggio, recentemente convertito in un parco giochi che d’estate ospita anche un grest per bambini molto frequentato… e apprezzatissimo anche dai “bambini cresciuti” che hanno scelto di divertirsi con il Trofeo Enduro Husqvarna.

Ma ancora prima del via della gara, a divertire piloti e pubblico ci hanno pensato i giochi di gruppo, non prima però che il briefing dell’immancabile track Inspector Arnaldo Nicoli, con i suoi video di spiegazione delle speciali (visibili sul canale You Tube di Husqvarna Motorcycles Italia e sul portale trofeoendurohusqvarna.com) conquistasse ancora una volta l’attenzione dei trofeisti. Apprezzatissime come sempre anche la presenza di WP Suspension e quella del corner Michelin.

E dopo una notte di riposo conciliata dal suggestivo panorama del paddock, la gara si è svolta senza alcun intoppo grazie anche a un meteo del tutto estivo. I risultati, fondamentali per le classifiche del Trofeo 2019, hanno visto primeggiare nell’Assoluta gli alfieri della Top Class, con Lorenzo Pastore e Andrea Bassi unici a scendere sotto il muro dei 26’; dietro di loro Tommaso Consales, ma il terzo dell’assoluta è Marco Rovero della 250 4T; bravo anche Simone Bastianini a sfiorare il podio con la sua TC 125.

Venendo alle singole classi, nella 125 come detto continua a brillare la stella di Simone Bastianini, che lascia a grande distanza il pilota locale Lorenzo Fabbri e Alessandro Tosana. Altre conferme dalla 250 2T, dove Luca Mitelli si impone di nuovo davanti questa volta ad Andrea Bartoli e poi Flavio Petrogalli. Nella sempre frequentatissima 300 vince il veterano Stefan Shrock, con Emilio Cataldi secondo e terzo Mattia Dodi. La 250 4T va di nuovo a Marco Rovero, che precede Simone Mistretta e Alex Ceccato. Nella 450 podio fotocopia della prova precedente: ancora una vittoria per Younes Jamal Eddine, poi Francesco Buscone e Luca Cavo. Tra gli Ospiti, nella 2T vince Christian Baglioni davanti a Massimo Bergamaschi e Diego Lilli; nella 4T Andrea Gelli è il più veloce di tutti, seguito da Marco Andreini e Andrea Fesani.

La classifica di squadra per concessionaria è stata vinta dai team Osellini Moto e Motorsystem a parità di punteggio (48); terza per un soffio Mototecnica, con 47 punti.

Prossima tappa in calendario domenica 1 settembre a Enego, provincia di Vicenza, per il round numero 4 a cura del M.C. Civezzano. Tutte le informazioni sul Trofeo sono come sempre reperibili in tempo reale sul portale dedicato trofeoendurohusqvarna.com.

 

Ufficio Stampa Husqvarna