PROGETTO PILOTA PER LA PREVENZIONE INCENDI TRA FORESTALE E MOTOCLUB

Nella serata uggiosa di venerdì 2 novembre l’Amministrazione Comunale di Taggia (IM), rappresentata dal suo Assessore allo Sport Raffaello Bastiani, ha ospitato presso Villa Boselli il consuntivo dell’attività estiva di prevenzione incendi, prestata insieme ai Carabinieri Forestali della loro Provincia dai 44 volontari dei motoclub imperiesi, presenti in sala per l’occasione.

Il Colonnello Franco Bonechi, insieme al rappresentante per i rapporti Istituzionali e la Protezione Civile di Federmoto Tony Mori, al Presidente di FMI Liguria, Giulio Romei hanno elogiato e ringraziato la collaborazione dei 44 volontari dei motoclub, specializzati nelle discipline fuoristrada, Enduro Sanremo, Gentlemen Bordighera, Imperia e Riviera Racing  per il servizio di monitoraggio del territorio nel comprensorio imperiese del Monte Faudo, effettuato ogni fine settimana da giugno a settembre dalle pattuglie coordinate da Danilo Benza, su incarico di FMI Liguria.

Il Comando Nazionale dei Carabinieri per la tutela dei Parchi infatti coinvolse ad inizio anno 18 associazioni, tra cui la F.M.I, allo scopo di avviare un progetto sperimentale su quattro province pilota di monitoraggio del territorio per l’antincendio boschivo: Imperia, Cosenza, Latina e Salerno.

Nella sostanza si trattava di garantire la presenza costante di motociclisti volontari con moto da enduro all’interno di aree di notevole pregio ambientale, quali quelle del Monte Faudo soggette a tutela, per individuare con estrema rapidità i potenziali inneschi di incendio e prevenirli.

Un esempio importante di come le moto da enduro possano rappresentare la massima efficienza di intervento e possano coniugare l’utilizzo per il diporto e lo sport con l’aiuto sociale per essere apprezzate come una preziosa risorsa.

Un’opportunità resa possibile dalla disponibilità dei protagonisti dei motoclub che, in sella alle loro moto, hanno volontariamente impegnato a turno tutti i 30 fine settimana dell’estate, garantendo la perlustrazione delle aree sensibili in collegamento con i Carabinieri Forestali, rilevando anche alcune situazioni di potenziale rischio incendi eliminate dalla loro presenza.

Tony Mori ha illustrato tutta l’attività di Protezione Civile che ha portato alla collaborazione con i Carabinieri Forestali ed al riconoscimento di F.M.I come soggetto istituzionale per l’opera prestata dagli enduristi a livello nazionale nel corso degli anni durante il soccorso prestato nelle ultime emergenze critiche di Amatrice, Rigopiano ed ora anche nella Provincia di Belluno, flagellata dal maltempo, con una moltitudine di persone isolate senza luce, telefono, acqua, servite però dalle pattuglie di enduristi del loro territorio per fornirgli la prima assistenza.

L’esperienza positiva di collaborazione tra Carabinieri Forestali e i motoclub di Imperia, referenziata dal Colonnello Bonechi, è stata apprezzata per la sua notevole valenza dal Comando Nazionale dell’Arma, pertanto l’attività di monitoraggio continuerà la prossima estate e sarà avviata anche in Puglia ed in Calabria.

L’incontro è terminato con i ringraziamenti di Giulio Romei, Presidente di FMI Liguria, ai motoclub ed ai rappresentanti delle Istituzioni: Colonnello Franco Bonechi e Assessore del Comune di Taggia Raffaello Bastianiconsegnando loro il volume sui 100 anni di Storia sportiva ed istituzionale della Federazione Motociclistica Italiana con l’auspicio che la positiva esperienza di collaborazione dimostrata nella Regione Liguria sia il prologo per scrivere un nuovo capitolo sul riconoscimento delle discipline motoristiche fuoristrada nel campo della tutela del territorio e dell’ambiente.

 

Ufficio Stampa Co. re  Liguria