A Roma, la riunione per la semplificazione del sistema Licenze FMI 2018-2020

Si è tenuta giovedì 8 giugno a Roma, presso il Palazzo delle Federazioni Sportive Nazionali del CONI, la riunione per la semplificazione del sistema Licenze FMI per il triennio 2018 – 2020. All’incontro hanno partecipato il Presidente FMI, Giovanni Copioli, i Vice Presidenti, Vittorio Angela e Giuseppe Bartolucci, il Segretario Generale, Alberto Rinaldelli e diversi responsabili di Settori e Uffici FMI.

 

L’obiettivo della Federazione Motociclistica Italiana è di semplificare sensibilmente, a partire dall’anno venturo, l’attuale complessa diversificazione di Licenze disponibili, in modo da comprendere più facilmente con quale di esse poter prendere parte ai campionati, alle singole gare e alle competizioni FMI in generale. Una più sintetica classificazione delle Licenze consentirebbe di stilare regolamenti più semplici e meno interpretabili, di eliminare le numerose richieste di deroghe e concedere ai licenziati una più ampia scelta di campionati e specialità a cui partecipare.

 

Durante l’incontro è stato evidenziato come il valore totale delle entrate economiche derivanti dalle Licenze non sia sufficiente a coprire la totalità dei costi delle Polizze Assicurative riservate ai Licenziati FMI.

 

Ulteriori argomenti affrontati nel corso della riunione – e da approfondire, eventualmente, nelle prossime occasioni – hanno riguardato le visite mediche, le estensioni di Licenze e la possibilità di introdurre il ranking in altre specialità oltre all’Enduro. In conclusione si è parlato anche della Tessera Sport. Il tutto, mantenendo come punto di riferimento l’interesse dei Moto Club, dei Licenziati e dei Tesserati FMI. Nei prossimi mesi, dopo che il Consiglio Federale avrà preso in esame le proposte e deciso nel merito, verrà reso noto nel dettaglio il nuovo sistema di Licenze FMI.

 

“Dobbiamo permettere ai nostri motociclisti di capire in maniera immediata quale Licenza utilizzare per partecipare ad una determinata competizione”, ha dichiarato il Presidente FMI, Giovanni Copioli. “Ad oggi le Licenze sono troppo diversificate. La semplificazione è necessaria anche per attirare altri appassionati all’interno delle nostre manifestazioni in cui, lo voglio ricordare, la sicurezza dei partecipanti è l’aspetto che più ci preme unitamente alla qualità della organizzazione. È opportuno ricordare a tutti i motociclisti che solo la Federazione garantisce il rispetto delle normative unito al livello competitivo. Evidenzio, in quest’ottica, come i costi della Licenza FMI servano esclusivamente a coprire i costi della Polizza Assicurativa che protegge i nostri Tesserati e gli organizzatori e non costituiscono perciò alcuna fonte di reddito per alcuno. Aggiungo infine che, pur considerando che i ricavi delle Licenze non bastano a coprire i costi delle Polizze Assicurative dedicate quasi esclusivamente ai Licenziati FMI ed al sistema sportivo, faremo di tutto per cercare addirittura di ridurre ed armonizzarne il costo”.

 

Ufficio Stampa FMI

In questo sito utilizziamo i cookies, per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.

Ok, ho capito.close

Che cos’è un cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato nel computer o dispositivo dell’utente nel momento in cui visita un sito web. Il testo serve a registrare delle informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari a garantire il corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché consentono di memorizzare in modo sicuro il nome utente e la password o altre impostazioni come la lingua di preferenza.

Perché questo sito utilizza i cookie?

Il sito utilizza i cookie al fine di fornire ai propri clienti un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno ai propri gusti e preferenze. I cookie vengono utilizzati anche per ottimizzare le prestazioni del sito web e raccogliere dati in forma aggregata, per continuare a migliorare l’usabilità e i contenuti.

Come posso disattivare i cookie?

È possibile modificare le impostazioni del browser per disattivare i cookie tramite una procedura molto semplice.

 

Firefox

  • Apri Firefox.
  • Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  • Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  • Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate”. Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

 

Internet Explorer

  • Apri Internet Explorer.
  • Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”.
  • Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentirli tutti).
  • Clicca su OK.

 

Google Chrome

  • Apri Google Chrome.
  • Clicca sull’icona “Strumenti”.
  • Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”.
  • Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”.
  • Sotto la voce “Cookie” sarà possibile bloccare in parte o completamente i cookie. Accedendo alla scheda “Cookie e dati dei siti” sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

oppure

Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.

Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookie.

 

Safari:

  • Apri Safari.
  • Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue.
  • Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookie dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo).
  • Per maggiori informazioni sui cookie memorizzati sul tuo computer, clicca su “Mostra cookie”.
close